Arti Marziali “Masters” – FATTI o FANTASIA? – Parte 5

This post is also available in: Inglese

Una nuova sezione di questo articolo “Arti Marziali “Master”- Fatto o Fantasia? sarà pubblicata ogni giovedì. Vi prego di lasciare i vostri commenti, feedback, domande e opinioni. Non vedo l’ora di parlarne con voi.

Shihan Pascetta- (Kimono bianco) Contro il Bastone, Allenamento Estivo - Wildwood, NJ - USA circa 1969

VALUTAZIONI QUALITATIVE

Per motivi di equità e di realismo poi,non dobbiamo pensare che, solo perchè un praticante ha scelto di lavorare a tempo pieno come istruttore di arti marziali automaticamente lui /lei venga legittimamente qualificato come “Maestro. Se così fosse allora tutte le persone che hanno scelto di farne un attività a tempo pieno potrebbero falsamente chiamarsi “AM Maestri”. Prima di tutto dobbiamo guardare come, quando, dove e da chi questa persona ha ricevuto le sue prime e basiche credenziali di insegnamento.

E’, di fatto,egli passato attraverso l’intero processo che da principiante, intermedio, poi studente di livello avanzato, lo ha portato a diventare una Cintura Nera? Ha maturato il tempo opportuno per acquisire la necessaria esperienza ad ogni livello successivo di cintura nera? Oppure è andato avanti “saltando” i livelli per una sua personale razionalizzazione? Quanto questa persona ha lavorato sulle basi in forma parziale e/o totale?

E ‘possibile per una cintura nera “saltare” un grado o muoversi più rapidamente tra i livelli? La risposta ancora una volta è che tutto è “possibile”, tuttavia, senza prove attenuanti per giustificare questo tipo di progresso, sorge certamente il dubbio sulla credibilità di questo avanzamento.

Quali specifiche responsabilità, oltre alla sua formazione, questa persona ha conseguito e con quale livello di successo? Quale specifica responsabilità ha questa persona avuto oltre ad insegnare all’interno della scuola (ammesso che ne abbia una)? Queste sono tutte domande lecite per verificare la sua legittimità e credibilità.

E’ logico che il livello di lavoro e di responsabilità nello gestire una propria scuola o un proprio programma è molto più grande che lavorare per un altro Maestro. Continuare ad insegnare nella scuola del Maestro permette di affinare gli strumenti e competenze didattiche prima di diventare più indipendente. Viceversa, insegnando dentro la propria scuola si è costretti a prendere “le decisioni di comando” e di lavoro anche passando attraverso i propri errori. Entrambe hanno vantaggi e svantaggi.

Perciò, possiamo dire che è credibile per un praticante raggiungere un livello basso come maestro mediante l’insegnamento a tempo parziale nella scuola del proprio Maestro. Questo, tuttavia, richiede che: 1.) Il suo insegnante sia un maestro di livello più alto che supervisiona e dirigere le sue attività e gli assegna le responsabilità del caso oltre all’ assistenza di base come insegnante; 2.) Che gran parte delle sue responsabilità includano lavoro svolto con studenti avanzati aiutandoli a prepararsi al grado di cintura nera.

Ma ancora più credibile sarà per questa persona avere la responsabilità di un proprio programma fuori della scuola originale in una sua scuola satellite. In un sistema organizzato in modo che il programma di questa scuola satellite resti sotto la supervisione e i consigli del Maestro dei Maestri. Questo è probabilmente il modello più forte e più credibile. Uno dei problemi che affliggono l’industria delle AM oggi è che tanti Cinture Nere tentano di essere indipendenti troppo presto.

Ed è certamente ancora più credibile, se un istruttore che sceglie e/o è autorizzato all’insegnamento nella propria scuola continui allo stesso tempo la sua formazione sotto il suo Maestro. E molto importante che continui ad essere controllato e supervisionato da qualcuno con maggiore esperienza mentre va avanti nel proprio sviluppo di insegnante. Ciò non garantisce solo la sua maturazione, ma contribuisce anche a dare la sicurezza ai suoi studenti che avranno il miglior insegnamento, perche egli sarà corretto anche nei propri errori. Questo è un processo sempre in continua evoluzione.

Una parte significativa del processo nel passaggio che va dal 5 ° e 6 ° grado cintura nera è la responsabilità dell’insegnamento,responsabilità di leader e organizzativa in attività che creano l’opportunità di crescita di livello delle Black Belt. Questo probabilmente richiede maggiore interazione esterna al di fuori della scuola del Maestro. Un’altra percezione sbagliata delle cinture nere, perchè non è stato loro insegnato o non sono state informate è che non basta semplicemente imparare alcuni kata più avanzati, tecniche, o passare il tempo ripetendo le stesse attività, per ottenere un ulteriore avanzamento nei gradi di cintura nera.

Naturalmente, questi sono tutti fattori importanti e si auspica che la formazione personale e il miglioramento delle competenze e conoscenze sia permanente. Tuttavia, il 7 °, 8 ° e 9 ° Grado Black Belt sono i livelli che richiedono un coinvolgimento maggiore in attività amministrative , innovative e in un’ulteriore moltitudine di attività che si espandono oltre la propria scuola o organizzazione. Questi livelli rappresentano i “Maestri dei Maestri” (professori o aspiranti docenti).

LEGGITTIMA EVIDENZA

La riprova di questo è che una persona non si attesta il titolo di “Professore” solo se lo scrive sul suo biglietto da visita o lo annuncia. Le prove chiare sono: 1.) Il numero e la qualità dei Cinture Nere che ha prodotto e se continua a prepararsi per lo status di Maestro; 2.) Quanti e di che qualità è il livello dei Maestri Cinture Nere che ha prodotto, controllato e ne è stato il Mentore; 3. ) La qualità e le prestazioni effettive di tutte le figure precedentemente nominate.

Ulteriori prove potrebbero essere presentate sotto forma di materiale scritto e prodotto da questo Maestro. Scritti che abbiano come argomento temi che rappresentano la sua specialità, il suo sistema, o altre ricerche e scoperte uniche nella sua esperienza di AM. Ovviamente,queste informazioni oggi potrebbero essere divulgate anche in formato audio o video.

Altre prove sono le attività organizzative, se e come ha insegnato in più s eminari, se ha organizzato competizioni e/o speciali attività sociali inerenti le AM (i.e., camps/ritrovi per allenamento di gruppo), se ha partecipato ad attività sportive di AM non solo come atleta ma anche come allenatore, arbitro, organizzatore, o come capo di altri artisti marziali in una di queste attività. Questa lista non vuole indicare che bisogna fare tutto questo, ma vuole fornire esempi concreti di alcune delle esperienze e delle responsabilità che ogni persona nelle AM di grado superiore dovrebbe compiere. E’ anche importante riconoscere che la quantità di ciascuna di queste attività è un fattore aggiunto.

Inoltre, siate consapevoli che esiste una netta differenza tra colui che è un venditore carismatico di arti marziali con quello che invece ha personalmente e costantemente formato studenti di alto livello nel tempo. C’è anche una chiara differenza con un “Maestro” che ha ottime capacità fisiche ma non è ancora in grado di trasferire queste capacità ai propri studenti.

C’è ancora, una netta differenza tra un “maestro” che può insegnare e motivare bene, ma non ha responsabilità amministrative e non si impegna al di fuori della sua scuola. Questo può essere accettabile in un livello basso “Maestro” (4 ° Dan), ma certamente non per i livelli di Cinture Nere più elevati.

Questi sono tutti elementi che servono a qualificare e legittimare un “Maestro”, in particolare nei livelli medi e superiori di Maestri Cinture Nere. Per “ Maestro di livello medio” mi riferisco al 5 ° e 6 ° Dan. Per “Maestri di livello superiore” mi riferisco al 7 °, 8 °, 9 ° e 10 ° Dan. . (In questa discussione uso questo tipo di descrizioni semplicemente come punto di riferimento, non sono standard universali.)

E’ possibile dare legittimità a un Maestro di livello basso o medio che insegna a tempo parziale, quando questo avviene in un periodo di tempo molto lungo. Questo viene semplicemente dal buon senso. Il valore del lavoro a tempo pieno come professionista va da sé che fornisce una maggiore opportunità per questo lavoro, più consapevolezza e realizzazione, non dà, tuttavia, una garanzia.

Anche i praticanti a tempo pieno devono avere i loro tempi per il raggiungimento dei gradi, se non ci sarà abbastanza tempo non ci sarà neanche l’opportunità per raggiungere questi risultati e /o l’esperienza per rappresentare questa classifica. E ‘possibile per un istruttore part- time raggiungere il livello più alti di grado di “Maestro”Cintura Nera? La risposta è “Sì”, però, ovviamente sono necessari alcuni fattori attenuanti. Questi fattori devono essere presentati, evidenziati e documentati per documentati per comprovare che possono ragionevolmente sostituire la quantità di tempo che un Maestro a tempo pieno necessita per realizzarsi in ogni area sopra menzionata.
Oltretutto il tempo per l’ottenimento dei gradi di questi “maestri” non deve essere semplicemente misurato “accumulando gli anni dei calendari “, ma contando i giorni e le ore effettive lavorate svolgendo questa pratica. In poche parole, la credibilità dei professionisti a tempo parziale che raggiungono i livelli più elevati di “Maestro” Cintura Nera è onestamente una questione molto più complicata e comporta un maggiore controllo.

La Conclusione è che tutti questi “esempi” non sono scritti sulla pietra, e questo è parte della problema “credibilità” nelle AM. La causa di ciò è che il processo che dà il valore ai gradi di cintura è complicato , la classificazione è stata incompresa, fraintesa, e addirittura abusata. Questa mia tesi è semplicemente un modo per stimolare chiunque sia interessato a guardare oltre la superficie. Queste linee guida dovrebbero fornire alcuni parametri concreti e realistici quando è necessario scrutare dentro questo tema.

“…E QUESTO E’ IL MIO MODO DI VEDERE…”®

Copyright © 2010 R.V. PASCETTA, Tutti I diritti riservati

(Segue la Parte 6)

(Ritorna alla Parte 4 di questa serie)

Pagina per Domande/Commenti

Share

Comments are closed.